25 novembre 2006

Difendiamo Mediaset (Che? Davvero? Boh, dipende)

In realtà da difendere sarebbe Italia 1 che, come riporta Tvblog, è stata multata per i Griffin. La "sentenza" dell'Agcom (Autorità per le Garanzie sulle Comunicazioni) parla del fatto che il cartone andava prima in onda alle due e mezza, orario per i pupi (e fin qui si può anche in a parte concordare, ma la multa è ben lungi), e che è un programma per adulti (e pure qui... forse); l'assurda multa è poi motivata dal fatto che questo cartone è "caratterizzato dall'uso di espressioni volgari e di turpiloquio".

Sì, lo so, il tutto è abbastanza ovvio, perbenismo sibilante e strisciante, e quindi evitiamo di cogliere la facile mela proibita della indignazione, del "ma voi avete visto..." e citare le buone domeniche televisive, i sabati postali, ed i pomeriggi rimorchioni, sempre targati mediaset.

E allora se mi devo arrabbiare (già fatto in realtà), mi arrabbio per un'altra questione che emerge dalla vicenda, che non smonta l'equazione implicita cartoni=roba_da_bambini da cui dipendeva l'orario; in parte la multa sembra criticarla, ma trasformandosi in una forma di censura, la rafforza; è proprio perchè i cartoni sono roba da bimbi che il "turpiloquio" (ma perché la censura è sempre così ridicola?) no buono, anzi cattivo cattivo; la "volgarità" è qui letta dall'Autorità (in ogni senso) solo nella sua versione formalista pseudo-pedagogica, immediatamente riconoscibili (le parolacce!!), le altre immondizie non sono nemmeno considerate, è il pupo che qui interessa, non la sua educazione, ma la sua purezza che noi vorremmo tanto proiettare su i teneri bimbini, un pupo-centrismo che assorbe anche gli adulti. Mi ricordo che dopo l'ennesima becera rissa televisiva, uno dei protagonisti si scusò "con le mamme ed i bambini che ci guardano il pomeriggio". Le mamme!, qui perbenismo paternalista e maschilismo vincono alla grande.

Insomma riformulo -anche per dimostrare che non mi schiero con Italia 1 dato che mi fornisce la mia dose settimanale del Dottor House: non difendiamo nè Italia 1 che propaga questa stupida concezione dell'animazione con Simpsons e Griffin ad orari ridicoli, nè la censura che fa la medesima cosa, per di più con istinti purificatori.

Difendiamo i cartoni come linguaggio narrativo, i Griffin, i Simpsons, American Dad (se mai arriverà qui), Southpark (che da noi non si sa che fine ha fatto), Miyazaki e tanta altra bella roba (perchè l'unica equazione che accetto è quella fra cartoni e droga).

5 commenti:

boliboop ha detto...

"versione formalista pseudo-pedagogica"... ottima questa espressione...
eppoi lo sai che sono della scuola che propugna il valore educativo della parolaccia

Anonimo ha detto...

io invece multerei canale 5, trasmette certi programmi...intendo quelli dell'accoppiata De Filippi Cosatnzo!

fran-tes-to ha detto...

@boli, mi dici che scuola è che mi ci iscrivo?

@m79, e perchè solo canale 5? troppi ce ne sarebbero da multare, ma temo che così si risolva poco, forse il colpo di stato, televisivo per lo meno, sarebbe più semplice ;)

boliboop ha detto...

E' la famosa "Scuola del vaffa", ed io sono professore dissociato, Marco Masini aiuto-ricercatore e Giampiero Galeazzi rettore.

Anonimo ha detto...

Wow! This blog looks exactly like my old one!

It's on a completely different subject but it has pretty much the same layout and design. Great choice of colors!

Also visit my blog: payday loans direct lender