01 aprile 2006

Fumettazzi e politica


Da giovedì è in edicola con XL, il magazine di repubblica, V for Vendetta ad 8 euro, "grazie" alla contemporanea uscita del film –che, da quel poco che so, ha banalizzato assai questo capolavoro fumettistico terrorista ed anarchico del mago Alan Moore, opera giovanile inquietante e simbolica sul tema del potere e dell’autorità. Fatevi un giro nella sua biografia che magari vi invoglia.

Se invece vi capita di passare in quei posti che una volta si chiamavano librerie, fra dvd cd posters puzzle agendine e Faletti (sì, lo so, sono un fottuto conservatore), qualora ci sia, date un’occhiata al reparto fumetti che magari ci trovate Gorazde. Area protetta, fumettoreportage sulla guerra in ex jugoslavia del giornalista Joe Sacco – se qualcuno legge l'Internazionale forse lo conosce. Sacco, per così dire, c’era, era lì a metà anni 90, racconta e disegna quello che vide e quelle che furono le vittime di quel massacro, che conobbe e con cui visse per lunghi periodi. In particolare si concentra sull’unica enclave musulmana rimasta dopo gli accordi di Dayton, Gorazde in Bosnia Orientale, assolutamente trascurata allora come oggi dai media. Analogo ed altrettanto personale e drammatico il suo Palestina.

E già che ci sono, visto che qua fra 7 giorni si vota e questo paese rischia la definitiva iniezione letale di berlusconismo, ecco lo sketchblog www.alvotoalvoto.net. Diversi disegnatori raccontano la campagna elettorale come solo i fumettari sanno fare, per provare a disarmare il complesso immaginifico che cartelloni, ceroni e studi televisivi imprimono con violenza sulle nostre retine.

2 commenti:

ezio ha detto...

confessione: ho letto 'io uccido'. ed e' una stronzata, come direbbe croce

fran-tes-to ha detto...

confessione, l'ho regalato a mia madre per natale