21 novembre 2007

Il pedobattesimo moderno

Dicesi "pedobattesimo moderno" il battesimo somministrato ad un neonato in epoca moderna e più precisamente, nell'accezione da me usata della parola "moderno", "domenica scorsa". In questo breve saggio mi occuperò dell'interpretazione parrocchiale di tale pratica neotestamentaria e di alcune esilaranti implicazioni dalle baggianate che i molti presenti ed io abbiamo dovuto ascoltare. Più di qualcuno, all'uscita, si mostrava infatti decisamente perplesso. Chiamerò il battesimando "Piergiorgio", in ottemperanza al diritto alla privacy del pargolo.

Durante la cerimonia, disse il parroco:

"E' stato calcolato che possiamo amare 3400 persone, Dio ne ama 6 miliardi... ma Dio è Dio!"


Non credo sia necessario un commento, ma già che ci sono: vuol forse dire il parroco che il rapporto tra un essere sovrannaturale presunto "creatore del cielo e della terra" e un semplice essere umano sia 6 miliardi diviso tremilaquattrocento, ovvero che Dio è solamente 1 milione e 700 mila volte più fico di noi (notare la citazione da Genesi 3,7)? E dove li mettiamo i 60 miliardi di esseri umani che, secondo le stime, sarebbero esistiti nei millenni? Forse Dio non si occupa dei morti? La dottrina cristiana suggerisce invece che i morti son ancor più amati e tenuti vicino ad Egli.


Ad un certo punto il parroco ha dichiarato che
"I genitori gli hanno dato la vita materiale, ora riceverà la vita divina."


Lungi dal voler contestare la veridicità di tale affermazione, ci chiediamo comunque se intendessi dire "vita spirituale".

Poco prima di eseguire sul pargolo il lavaggio del cuoio capelluto, il parroco ha affermato con veemenza che
"Con questa cerimonia Piergiorgio si prende l'impegno di diventare figlio di Dio, impegno che verrà confermato con la cresima."


Di fatto, il parroco attribuisce al pargolo una forte intenzionalità nel voler ricevere il sacramento, intenzionalità che purtroppo l'infante non può evidentemente avere, vista la tenerissima età. Ma nell'attribuzione il parroco si spinge fino alla pianificazione della vita spirituale (ops, divina) del fanciullo fino ai 13-14 anni, età in cui, dopo il catechismo e la prima comunione, si arriva finalmente alla cresima. Dunque evviva la libertà di religione.

In un breve excursus bibliografico, il parroco narra dell'episodio del battesimo di Gesù Cristo di Nazareth che, alla tenera età di 30 anni si fece battezzare, dimenticandosi, il parroco, di sottolineare che Gesù Cristo di Nazareth non ha mai detto: "ah però, a parte me, sono i neonati a dover essere battezzati". Infatti per secoli i battezzandi furono sempre e solo maggiorenni e vaccinati, anche nella chiesa cattolica.

Il brano neotestamentario citato dal parroco per illustrare l'importanza del battesimo è Luca 3,22 "Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto" (vedi illustrazione), frase attribuita ad una voce tonante scaturitasi dal cielo subito dopo il primo battesimo della storia. Sorvoliamo come una voce dall'alto che parla ad un figlio a mollo nel Giordano, implicherebbe, a rigor di logica, la nullità della Santissima Trinità. Ma è un Mistero, e su questo concetto puntano sovente i chierici.

Unico accenno al peccato originale, teoricamente centrale nel battesimo moderno ma assai trascurato nel briefing di preimmersione, è in quella che viene chiamata "Preghiera di esorcismo", introdotta dal parroco in codesto modo:

"La Preghiera di esorcismo... esorcismo è una parola strana che vuol dire "liberazione", serve a liberare Piergiorgio dal peccato originale."

Non si è parlato né di mele, né di serpenti, ma solo un certo Satana, probabilmente un chitarrista divenuto famoso a Woodstock nel 1969.

Dopo aver riempito uno strano mestolo di acqua, ed averla repentinamente versata sul capo del fanciullo, il parroco ha pronunciato la significativa frase:

"Adesso Piergiorgio è diventato figlio di Dio"


Da cui spontanea la domanda "e prima di chi era figlio?" Chi l'ha creato? Forse il chitarrista? Oppure, speriamo di no, il Demonio? Non ci è dato sapere poiché, come al solito, è un Mistero. Però la cosa certa è che un pargolo, prima di subire un battesimo, non è figlio di Dio.


Raccomandazione finale del parroco, probabilmente sollecitata dai volti annoiati dei presenti, è stata la spiritualissima:


Mi raccomando, voglio vederlo più spesso


Si conclude così questo breve saggio sul pedobattesimo moderno. Nelle prossime settimane analizzerò la "consolazione funebre", un viaggio fra la certezza del Paradiso e le conseguentemente stupide lacrime dei parenti, "l'Assunzione di Maria", un'indagine sociologica fra religione e precariato, e infine "Lazzaro contro Ippocrate", uno studio interdisciplinare fra miracoli e medicina: chi vincerà i fondi per la ricerca?


Ah, dimenticavo: tutto ciò non vuol essere una critica alla fede cattolica, sia ben chiaro. Essa è l'unica vera fede, come lo è qualsiasi altra fede, Islam, Induismo e Pastafarianesimo compresi.

3 commenti:

fran-tes-to ha detto...

se non fai le altre puntate giuro che ti scotenno! ma letteralmente, così poi non sei più dotato di cuoio capelluto, ti ricresce e ti dobbiamo -noi pastafariani- battezzare di nuovo

comunque mi hai convinto, d'ora in poi anch'io voglio partecipare a questi raduni ablutivi

p.s. Satana è diventato famoso all'isola di Wight, non a Woodstock, quello è Belzebù

Paolo ha detto...

Mi aggrego a fran nella minaccia di percosse fisiche in caso di mancata redazione del seguito. Se la premessa è questa... .Da sganasciarsi; è bello poi vedere che ritorna la polifonia nel blog.

Anonimo ha detto...

Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wanted to
mention that I've really enjoyed browsing your blog posts. After all I'll be subscribing on your rss
feed and I'm hoping you write again soon!

Also visit my weblog ... online payday advances
Also see my web site > one hour payday loans