15 aprile 2008

La listi Uniti nell'Ulivo alla camera aveva preso il 31,3%, ora il Pd ha il 33,17%. La differenza è di 1.87 punti percentuali. Se aggiungiamo che ora il Pd ha con sè anche i radicali, che nel 2006 insieme ai socialisti come Rosa nel pugno presero il 2,6%, ed attribuendo anche solo un punto di questa ai radicali, il dati da comparare diventano 32,3 nel 2006 e 33,17 nel 2008. L'effetto Pd vale 0,87 punti percentuali, ovvero trecento mila (300.000) voti.

UPDATE: Bettini ha detto al tg3 che sono andati molto avanti rispetto alla somma dei due partiti!!!!!

7 commenti:

Andrea Maccarrone ha detto...

La verità è che hanno peso le elezioni, ma hanno ottenuto l'obiettivo di cancellare dal parlamento socialisti, ambientalisti e sinistra alternativa.
Adello il nuovo destro Pd è l'unica opposizione!!

ubimario ha detto...

Non sono d'accordo con la conclusione che non ci sia stato miglioramento nel PD.
Ho lasciato lo stesso commento anche in altri dei confronti di queste ore, dove mi pare si tenda a non considerare il fatto che la sinistra DS si è staccata ed è confluita in SA (o ad assumere implicitamente che nessuno degli elettori della sinistra DS ha seguito i suoi politici di riferimento, il che è più o meno lo stesso).
Quant'era il peso della sinistra DS, come percentuale di elettori?

fran-tes-to ha detto...

@ubimario, effettivamente hai ragione, la questione della sinistra DS va considerata, in realtà con un amico stavamo proprio esaminando i numeri, a breve proveremo ad avventurarci nel merito con un po' più di precisione

nullo ha detto...

mi piace questa tua elaborazione del lutto bloghereccia... keep it up!

per ubimario: con tutto il rispetto per te, bettini, e mussi&salvi, prima che arrivassero mussi&salvi le tre altre componenti della sinistra arcobaleno facevano più del 10%. quindi è possibile quantificare la diasposa della sinistra ds in un -7%, immagino ;-)

dai, 33% è davvero pochino. però, e questo è un però MOLTO GRANDE, a causa della scomparsa di SA, quel 33% si tramuta in un numero di parlamentari al di là delle aspettative PD - perchè vengono redistributi quella trentina di seggi alla camera che SA avrebbe preso centrando la soglia: a Roma, per dì, ne prendono 16 e forse rientra addirittura il 18mo, adinolfi. questo significa che nessuno dei candidati PD che pensava di farcela è rimasto fuori, e quindi veltroni si salva nonostante il risultato modesto.

Pietro_d ha detto...

scusa ma quando fai i calcoli falli bene...

allora è vero che sono entrati i Radicali, ma sono usciti SD (che non credo valga meno di pannella e co, e sono usciti anche i Vari Bordon e Manzione con i consumatori...

dimentichiamo i socialisti di Angius?

che ci manca? a vero c'è anche Dini che è passato dall'altra parte...

aumentare del 2% alla camera e del 5,7% al Senato non è pochino, ricordando che un mese fa eravamo 10 punti percentuali in meno di oggi....

fran-tes-to ha detto...

@ pietro_d, effettivamente hai ragione, ci son state fuoriuscite, ma visti i risultati praticamente nulli e che non hanno portato variazioni nei partiti in cui sono confluite(sinistra arcobaleno, socialisti...), potrei quasi dire che sono trascurabili. ma ad onore del merito devo ammettere che Veltroni ha conservato l'esistente ed ha trattenuto evidentemente almeno in parte gli elettori degli scismatici -che credo però siano molto pochi- e quindi al massimo, ma proprio al massimo abbia preso dei voti alla Sinistra Arcobaleno.

L'aumento più cospicuo al senato è dovuto al cosidetto voto utile, io stesso ho contribuito come molti sperando di arginare Berlusconi,

Riguardo ad i sondaggi non mi pronuncio, ne ho sentito delle più diverse, fino a chi dice 22 punti di svantaggio. A me pare che i sondaggi che circolavano anche solo una settimana fa d'altronde si sono rilevati abbastanza sballati, insomma non credo li si possa usare come parametri.

Stefano ha detto...

QUELLO CHE è SICURO è CHE VELTRONI NON AVREBBE VINTO COMUNQUE. qUINDI MEGLIO PERDERE CON ONORE CHE CONTINUARE A COLLABORARE CON CHI SA SOLO ROMPERE LE BALLE. GLI ITALIANI NE HANNO LE SCATOLE PIENE, PERCHé DOVREBBERO VOTARE PER CHI PROTESTA PERSINO COL SUO STESSO GOVERNO? riprovateci tra cinque anni